I borghi della Liguria: Bogliasco

#Bogliasco #Liguria #Borghi

Bogliasco, il borgo di marinai

Bogliasco

Appena superato il Comune di Genova, verso la Riviera di Levante Ligure, ci immergiamo in un borgo di marinai fondato in epoca antica, Bogliasco!
Negli anni ’80 del XX secolo ci furono dei ritrovamenti archeologici risalenti al Paleolitico Medio e ci indicano i primi insediamenti in questo borgo.
Il patrono di Bogliasco è la Madonna del Carmine, venne celebrato il 16 luglio di ogni anno.
Mentre passaggi per Bogliasco, tra la brezza del mare e le case colorate, è possibile ammirare il ponte romanico costruito in epoca medievale.

Il piatto caratteristico di Bogliasco è Pansoti con la salsa di noci. Questi ultimi provenienti dalla valle del soprastante Monte Cordona.

Di solito la tradizionale sagra dei Pansoti si festeggia nei giorni 26, 27 e 28 luglio.

A Bogliasco ci sono tre edifici importanti dedicati alla Madonna:

  • Il Santuario di Nostra Signora delle Grazie (le prime fondamenta risalgono al secolo XVII);
  • Chiesa della Confraternita di Santa Chiara (1403);
  • Chiesa della Natività di Maria Santissima (XII secolo).
  • All’interno del borgo è stata dedicata una piazzetta alla pioniera dell’aviazione femminile italiana, Carina Massone Negrone (Bogliasco, 20 giugno 1911- Bogliasco, 19 marzo 1991);
  • Il video musicale “Shimbalaie” della cantautrice brasiliana Maria Gadù è stato girato a Bogliasco;
  • La squadra di calcio genovese Sampdoria si allena a Bogliasco, in località Poggio.
  • Bogliasco è noto anche per la pratica del Surf.
  • A Monte Cordona è possibile fare delle escursioni con un panorama mozzafiato tra il Mar Ligure e l’entroterra genovese;
  • I poeti della fondazione Bogliasco: una fondazione no profit americana, con sede a New York e sede operativa a Bogliasco.
Galleria foto

La via dell’acqua: acquedotto storico di Genova

Acquedotto Storico di Genova

L’acquedotto storico di Genova in Val Bisagno portò acqua potabile per tutta la città sino a metà Ottocento. Fu edificata nell’epoca romana e nel medioevo fu ampliato.

Una parte dell’acquedotto nel tempo scomparve con la crescita della città.

Il percorso dell’acquedotto inizia dalle alture del quartiere di Prato, attraversa il quartiere di Molassana, il cimitero Staglieno (è possibile ammirare la sua struttura architettonica dallo svincolo autostradale Genova Est) fino a perdere le sue tracce tra boschi e case.

Io ho fatto solo il percorso di Molassana: partenza da Via Geirato e a pochi metri alla mia sinistra ho preso la Salita di Pino Sottano.

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)

Nevica a Genova

Vabbè nevica a Genova in pieno mese di aprile!!!🥶🥶🥶❄❄❄❄ Il tempo, la stagione tutti impazziti. 😅😅😅

7 aprile nevica a Genova

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)

Visita al Santuario Nostra Signora della Guardia

Oggi vi presento il Santuario della Nostra Signora della Guardia. Il santuario rimane sulla cima del monte Figogna, nei pressi di Genova.

E’ stata un visita piacevole, serena e armoniosa. Sono sempre stata scettica su determinati luoghi di culto, però oggi ho provato una sensazione di pace e di felicità. Era tutto perfetto e il silenzio regnava!

Vi lascio con alcuni scatti:

Santuario della Nostra Signora della Guardia.

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)

Torretta di Quezzi a Genova

Restando “chiusi” nelle proprie città e paesi abbiamo avuto modo di conoscere ciò che è intorno a noi.

Senz’altro questa pandemia ci ha fatto scoprire ciò che abbiamo vicino o intorno a noi. Oggi vi presento Torretta di Quezzi con vista panoramica sulla città.

La torretta di Quezzi o Torre Quezzi fu costruita tra il 1818 e il 1823. L’idea iniziale era di costruite 12 di queste torrette sulla collina di Quezzi fino ad arivare a Monte Fasce, però il progetto fu poi abbandonato.

Oggi è possibile fare della camminate lungo il sentiero e ammirare alcune quartieri della città (Sant’Eusebio, Quezzi, Marassi, Apparizione, San Gottardo e Molassana) e anche il mare.

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)

Oggi andiamo a Certosa, Genova!

Vi presento i MURALES DI CERTOSA.

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)

È arrivata l’oscurità a Genova, la Caligo!

Tra le nebbie del mare arrivò Caronte per trasportare le anime.

Dal mare udiamo le navi suonare le sirene, tutto è confuso. Città superba, città dannata.

Oggi tutti scatenati sui social (Facebook😛📖, Instagram) per Caligo. Tantissimi foto e video.

Un fenomeno che accade, tra la fine dell’inverno e la primavera. Impressionante, tutto viene avvolto dalla nebbia.

Già nel primo pomeriggio diverse segnalazioni da Rapallo, Sestri Levante e Portofino per poi arrivare nel tardo pomeriggio a Genova.

La Caligo o il Caligo si forma con l’aria calda della superficie e quella marina fredda, dando origine a una nebbia fitta.

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)

Salta, salta, salta! Il Bisagno ci stupisce sempre😅. 🦌🦌🦌🦌

Autunno in città: Genova!

Porto di Genova

Autunno è la stagione di pioggia, di temporali, di cambiamento e di rinascita! Sono nata in autunno e quindi per me è la stagione del raccoglimento spirituale e della scoperta interiore. Quando arriva l’autunno, arriva anche la nostalgia. Si affiorano quei ricordi nostalgici e quei pensieri sulla vita.

L’autunno è la stagione magica, degli elfi e dei folletti, della poesia e dell’amore. È il periodo dei tramonti spettacolari e dei temporali.

In Liguria, quando arriva l’autunno arriva anche la pioggia, spesso pericolosa e dannosa all’ambiente e alle persone (alluvioni, frane ecc.). Nonostante ciò, l’autunno lascia spazio anche ai colori e alla bellezza della natura.

Oggi vi presento alcuni dei miei scatti per la città di Genova. So che siamo già nell’inverno ma volevo rendere omaggio alla stagione “AUTUNNO”.

I colori delle foglie in autunno:

Le foglie si appoggiano delicatamente sulla terra, eseguendo una danza rotatoria e silenziosa.

Arte nel cielo:

La città:

Sandra Andrade

(Frammenti di una Capoverdiana)